Voi siete qui: Home Roma ‘Passare da due infermieri a uno si chiama ridimensionamento’
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Cerca

Nursingup Lazio

Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

‘Passare da due infermieri a uno si chiama ridimensionamento’

E-mail Stampa PDF

Fiumicino - La replica del presidente del Consiglio Gonnelli: ‘Speriamo che la Asl non faccia così tutti i suoi conti’

 

Il Faro on line - “La risposta della dottoressa Barozzi ci convince sempre più della necessità di scendere in piazza al fianco della gente. Confermare che si è passati da una squadra di un medico e due infermieri al nucleo di cure primarie ad una squadra composta dal medico e da un solo infermiere, per poi dichiarare che non c’è stato ridimensionamento è paradossale”.
A replicare al comunicato della Asl, confermando al contempo la manifestazione in programma per domani mattina, sabato, a Fregene, è il presidente del consiglio comunale di Fiumicino, Mauro Gonnelli (nella foto).
“Un solo infermiere – prosegue Gonnelli -  potrebbe essere impegnato a dare sostegno al medico, e nel frattempo chi darà assistenza ai nuovi arrivati? E se arriva una persona anziana, magari un po’ pesante, chi potrà darle la giusta assistenza per scendere dall’auto ed essere visitata al Ncp se si è da soli? Bastano questi esempi per far capire come non solo il ridimensionamento ci sia stato, ma quanto peserà sulla quotidianità dei cittadini e sulla qualità del servizio erogato. Che, come sempre ormai quando parla la Barozzi, non ha come punto di riferimento la soddisfazione della gente ma l’adesione ai criteri minimi di legge”.

“Inoltre – prosegue Gonnelli – sempre in tema di emergenza la Barozzi ci dovrà spiegare anche come mai le ambulanze siano dislocate in una struttura fatiscente che potrebbe non avere neanche i requisiti di agibilità. Come mai, a fronte delle cifre descritte nel comunicato, al centro prenotazioni ci siano specialità per cui bisogna attendere mesi per sperare in un appuntamento. E comunque – prosegue Gonnelli – questo comunicato affrettato in cui la Asl annuncia persino nuovi servizi da lunedì prossimo dimostra una cosa: che quando i cittadini si stancano e scendono in piazza qualcosa si muove. E su questa linea continueremo finché, con un programma serio che rispetti le esigenze del territorio , si riaprirà un canale di confronto con l’Amministrazione comunale, non fatto però solo di parole o promesse ma di azioni concrete nel segno contrario al ridimensionamento”.

 

Caso sanità: a Fregene nessun ridimensionamento’

 La dottoressa Barozzi (Asl) rassicura i cittadini: ‘Previsto un aumento dei servizi’

 

Il Faro on line - “E’stata diffusa tra la Popolazione residente a Fregene la notizia che ci sarebbe stato un ridimensionamento dei Servizi sanitari, con il dimezzamento degli infermieri in turnazione nel Nucleo di Cure Primarie. Addirittura è stata paventata la possibilità di chiusura del Ncp. La realtà, che è fatta soprattutto di dati concreti, ci presenta un’altra situazione. Non c’è nessuna ipotesi di chiusura o ridimensionamento di alcun servizio".
 
E’ quanto dichiara la dottoressa Barozzi, direttore del distretto sanitario di Fiumicino, che comprende anche Fregene, Maccarese e Palidoro, a proposito di notizie diffuse a mezzo stampa in questi giorni che testimoniano la preoccupazione di alcune associazioni di cittadini sul “ridimensionamento” dei servizi sanitari nell’area di Fregene.

"Infatti nel nucleo di cure primarie - prosegue - l’attività del servizio è su 24 ore,come sempre. Sono rispettati i requisiti normativi in tema di personale, cioè 1 medico e 1 infermiere sono in servizio contemporaneamente”.

“Il personale infermieristico è composto da sette unità e dalla caposala. Sono state trasferite due unità, per organizzazione interna del distretto. E’ stata al tempo stesso avviata la procedura interna che consente lo spostamento di una unità dall’adiacente Poliambulatorio, in caso di assenza dell’infermiere in turno, o quando il medico lo ritenga utile”.

Dalla Asl assicurano che nel Poliambulatorio di Fregene sono state garantite da tempo, come richiesto dall’Osservatorio di Distretto, al quale partecipano tutte le Associazioni che ne fanno richiesta:
1) 6 ore di Cardiologia, con riduzione dei tempi di attesa a 10 giorni;
2) 6 ore di diabetologia

“Anche le visite domiciliari per Cad – continua la dottoressa Barozzi - sono aumentate con 3 ore di cardiologia e 3 ore di diabetologia , con riduzione quasi totale dei tempi di attesa nell’ultimo periodo. E’ inoltre stata incrementata di un giorno per un totale di 5 giorni la settimana, mattina e pomeriggio, l’attività dell’ambulatorio infermieristico (terapia iniettiva , medicazioni…)
Ed ancora,  è attiva l’agenda di ortopedia , pertanto i cittadini si possono prenotare.
L’equivoco con le associazioni è stato probabilmente determinato dalle dimissioni per trasferimento dello specialista. Verranno inoltre garantite – conclude - 4 ore di endocrinologia. Infine da lunedì prossimo aumenterà di un giorno il servizio  di prelievi  per le analisi”.

In sintesi sono presenti presso il Poliambulatorio di Fregene: Neurologia, Diabetologia, Cardiologia, Oculistica, Ortopedia, Endocrinologia

 

Fonte: http://www.ilfaroonline.it/fiumicino.php?id=1437

 

Novità_nursing_up

CORSI FAD

Ultime Notizie

Convenzioni

Chi è online

 42 visitatori online