Voi siete qui: Home Lazio Sanità e Infermieri in crisi – 01 Agosto 2009
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Cerca

Nursingup Lazio

Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Sanità e Infermieri in crisi – 01 Agosto 2009

E-mail Stampa PDF

 

 

                         Il Sindacato degli Infermieri Italiani            

                 Mail boxe: Kipoint c.p. n. 11 – via roma n° 39    

              00040 Pomezia (Roma) –  Tel. 3475871031

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   

 

 

LETTERA APERTA

 

 

 

Alle Rappresentanze Politiche di Governo

 

 

Alle Rappresentanze Politiche di Opposizione

 

 

 

 Oggetto: Sanità e Infermieri in crisi – 01 Agosto 2009 

 

Ill.mi Onorevoli e Presidenti,

gli Infermieri registrano un notevole peggioramento delle condizioni di lavoro intra ed extra ospedaliero.Il P.S.R. della Regione Lazio sta dimostrando l’incapacità di superare gli interessi lobistici ed economici di chi ha sempre fatto la “voce grossa” in materia di sanità e rifiuta il cambiamento.  I provvedimenti di cui Marrazzo si vanta attraverso i media e nelle pubbliche manifestazioni, contrastano con la realtà vissuta dai Cittadini utenti dei Servizi Sanitari.Regna l’autoreferenzialità. Si dice di voler fare o di aver fatto qualcosa o averne finanziata un ‘altra , ma tutto ciò non è  oggettivamente né percepito né riscontrato dai cittadini e dagli utenti interni dei Sevizi Sanitari Pubblici. Sono solo chiacchiere di politicanti senza spessore.La Segreteria Regionale Nursing Up Lazio sta ricevendo, a gran voce e da più parti, segnalazioni di situazioni allucinanti relative alla sicurezza e alla qualità delle prestazioni nei DEA della nostra Regione, dove il personale infermieristico è insufficiente e oggi, in pieno periodo estivo il sistema sta cedendo. Se ancora è in piedi è proprio grazie agli Infermieri, che ovviamente Marrazzo ha dimenticato addirittura di menzionare ieri  (31 luglio 2009) in una Piazza Romana quando ha elencato le figure professionali su cui poggia la Sanità.L’ampliamento dell’offerta assistenziale sul Territorio Regionale ad oggi è solo “fumo da vendere” per giustificare i tagli alla spesa sanitaria.Unici effetti reali e percepiti sono l’intasamento dei Pronto Soccorso per indisponibilità di Posti Letto, le Osservazioni Brevi Intensive chiuse per carenza di personale  Per noi del Sindacato di Categoria, ma dovrebbe esserlo per tutti,  è disumano e rischioso pretendere che un infermiere lavori per 14 o 17 ore nell’arco delle 24 giornaliere. Ci stiamo allontanando molto dai Paesi Civili e una garanzia costituzionale come quella della tutela della salute sta cedendo il passo ai tagli indiscriminati e agli “intrallazzi” di ogni genere.La sanità del Lazio, come anche di altre Regioni è in crisi perché politici e amministratori “faccendieri”, che stanno riempiendo le pagine dei giornali anche in questi giorni, fanno i loro comodi gemellandosi con alcune “imprese” poco serie a danno dei cittadini e degli operatori del settore. Si intervenga su questo invece di ridurre i sacrosanti diritti dei cittadini. Noi Infermieri inoltre stiamo pagando sullo stipendio ciò che abbiamo già pagato come cittadini.Le Risorse Economiche da mettere disposizione per la Contrattazione Decentrata, quindi parte integrante del nostro misero stipendio, VERRANNO NEGATE alle Regioni NON VIRTUOSE ed il Lazio è tra queste. I politici e gli amministratori  fanno sparire i soldi e invece di perseguirli FANNO PAGARE NOI ancora una volta. Occorre rendersi conto che o si mette mano con la massima urgenza alle deroghe per le assunzioni del Personale di Supporto e di quello Infermieristico o lo sciopero non sarà più l’unico diritto costituzionalmente riconosciuto ad essere garantito “virtualmente”.Sono necessari provvedimenti URGENTISSIMI e per noi IRRINUNCIABILI come:-         Reperimento di risorse economiche “vere” da destinare a  fondi specifici per gli Infermieri.-         Re inclusione delle Risorse Economiche sottratte alle Regioni c.d. “non virtuose”.  -         Assunzione di Infermieri e Operatori di Supporto alle attività assistenziali.-         Attuazione di un processo di “verticalizzazione” che dia dignità al Ruolo, alle Funzioni, ai Titoli del personale Infermieristico, oggi, per legge dello Stato, LAUREATO e AUTONOMO nell’esercizio delle sue Funzioni.-         Recupero e immediata applicazione della Legge 43/06 all’interno del CCNL Comparto Sanità.  Concludendo cogliamo l’occasione per ribadire che stiamo ricevendo segnali di profondo disagio, malumori, tensioni, conflitti e molte richieste di intervento presso le Direzioni Generali e i Servizi Infermieristici delle ASL  e delle Aziende Ospedaliere. Snobbare ancora la categoria dei Professionisti Infermieri in un momento in cui i problemi legati alle loro condizioni di lavoro e alla penosa situazione socio-retributiva , significa voler “tirare” una corda che si sta per spezzare. Tutti gli studi nazionali ed internazionali operati da Società Scientifiche, Organi Professionali , Associazioni Umanitarie, ecc. emerge che l’Infermiere italiano, rispetto a i suoi colleghi dei Paesi a sanità avanzata, è quello che guadagna meno. Se a ciò aggiungiamo  che rispetto ai Paesi Civili, l’Italia “vanta” il più basso rapporto numerico tra cittadini e infermieri,  l’equazione ci dice che è il meno pagato, ma quello che affronta sforzi maggiori.La fuga dei nostri colleghi verso mete europee più avanzate ed economicamente più convenienti è già iniziata!Metteremo in piedi tutte le forme di lotta sindacale consentite per rivendicare: Dignità Stipendiale e Contrattazione separata; Libera Professione intra ed extra muraria; Gestione Universitaria Autonoma.Non faremo sconti a che Ruba o Intrallazza in Sanità.    

Roma 01 AGOSTO 2009

 

                                                                                  La Consigliere Regionale Nursing up Lazio

                                                                                              Laura Rita Santoro

    

 

 

 

Novità_nursing_up

CORSI FAD

Ultime Notizie

Convenzioni

Chi è online

 48 visitatori online